PUERTO MADRYN: TRA NATURA, FAUNA E PAESAGGI SEMIDESERTICI

Puerto Madryn Penisola di Valdes: guida alla città e i suoi dintorni, con alcune delle migliori escursioni da fare in giornata. Benvenuti nella Patagonia argentina!

INTRODUZIONE

Puerto Madryn è una piccola città di mare argentina lungo la costa est del Paese, in pieno territorio patagonico, nella provincia di Chubut, i cui dintorni vanno a formare un importante ecosistema a livello naturale e faunistico, comprensivo di un gran numero di specie marine e terrestri.

Essendo una rinomata località balneare, soprattutto in alta stagione (il nostro inverno) attira un buon afflusso di turismo, sia locale che straniero. Nonostante ciò, Puerto Madryn si presenta come una realtà semplice e piacevole da vivere, non eccedendo nello sfarzo o nel “mostrarsi”. Certo, non mancano hotel più o meno lussuosi, ristoranti, ecc…, ma mai in numero eccessivo e, come detto, il contesto generale si mantiene per lo più genuino, con la presenza di piccoli e intimi localini, in particolare lungo le vie “Julio Argentino Roca” e “9 de Julio”  (in queste vie troverete, inoltre, la maggior parte delle agenzie che organizzano i vari tour ed escursioni fuori Puerto Madryn).

La spiaggia urbana di Puerto Madryn si trova proprio a ridosso del centro e, specialmente in alta stagione, è davvero sempre molto affollata ma, grazie alla sua ampiezza, trovare un posto dove crogiolarsi al sole non risulta un problema. Per tovare spiaggie semideserte, invece, bisogna uscire di qualche chilometro dal centro, per esempio in direzione Punta Loma.

Ed è proprio fuori città che risiedono i luoghi ed i siti di maggiore interesse e bellezza, tra sconfinati paesaggi semidesertici dove entrare in contatto con la fauna marina e terrestre locale, soprattutto nella vicina Penisola di Valdes, una vera e propria oasi naturalistica e, probabilmente, il vero motivo per cui ci si reca in visita a Puerto Madryn.

PENISOLA DI VALDES

La Penisola di Valdes è un territorio situato lungo la costa atlantica dell’Argentina, distante circa un paio d’ore d’auto/autobus da Puerto Madryn, ricco di fauna marina e terrestre e di una bellezza straordinaria, tanto da essere stato dichiarato Patrimonio Unesco.

Si tratta di un luogo in prevalenza arido e dall’aspetto omogeneo, puntellato quà e là da laghi salati e punti d’osservazione davvero notevoli, in cui ammirare fantastici paesaggi che vi faranno innamorare di questo sito. In più, esplorare la Penisola vi permetterà di avere un contatto davvero ravvicinato con alcune specie animali, tra cui leoni ed elefanti marini, pinguini, armadilli, guanacos, choique e, per i più fortunati, orche e balene franco australi (queste due ultime categorie sono avvistabili solo in particolari periodi dell’anno).

COME VISITARE LA PENISOLA DI VALDES

Sostanzialmente ci sono due opzioni: o noleggiando un auto privata nelle concessionarie che si trovano a Puerto Madryn o con un tour privato organizzato dalle varie agenzie presenti in città.

La prima soluzione è adatta per gruppi di più persone ed è ideale per visitare la Penisola in economia (visita, va chiarito, tutt’altro che economica). Dividendo le spese del noleggio del mezzo, infatti, risparmierete una bella somma di denaro. Va detto, però, che le strade all’interno della penisola sono molto dissestate e di non facile percorrenza, tutte su terreno sterrato, per cui il rischio di forare le gomme è alto.

La seconda opzione è consigliabile per chi viaggia in solitaria e non riuscisse ad aggregarsi a qualcuno dotato di macchina o a trovare compagni con cui affittarne una. Noleggiando un auto privata da soli andrete a spendere più che partecipando ad un tour organizzato.

Io, essendo da solo e dopo vari tentativi falliti di unirmi a qualcuno con la macchina, ho deciso per il tour organizzato, tramite il mio ostello avente una partnership con l’agenzia “Bottazzi”.

Costo dell’intero pacchetto per il tour circa 3700 pesos argentini, a cui aggiungere gli 800 pesos d’entrata alla Penisola, NON compresi nell’escursione organizzata. Insomma, una belle botta per le proprie tasche, ma credetemi che ne vale la pena.

Alla fine il tour si è rivelato positivo, con la guida davvero professionale e al contempo amichevole e alla mano e, soprattutto, lasciandoci il giusto tempo per la visita ai vari punti d’interesse della Penisola, senza metterci mai pressione. Promosso senza dubbio!

Sottolineo che, comunque, le varie agenzie organizzano praticamente tutte più o meno lo stesso identico itinerario e allo stesso prezzo, quindi dannarsi alla ricerca di quella che offre il miglior rapporto qualità/prezzo ha poco senso.

COME SI SVILUPPA IL TOUR

– Partenza alle 7.30 del mattino verso la Penisola di Valdes (un comodo minivan vi verrà a prendere direttamente al vostro ostello);

– giunti in prossimità del centro visitatori si attraversa dapprima una lingua di terra che passa tra il “Golfo San Josè” e il “Golfo Nuevo”, dove è possibile avvistare i primi gruppi di guanacos;

– arrivo al centro visitatori per una breve visita al centro stesso ( presente uno scheletro di balena e altri animali imbalsamati);

– si parte e si raggiunge poi  “Punta Norte”, un sito dove è riunita un’enorme colonia di leoni marini e dove è possibile avvistare le orche (difficile);

– partenza per “Caleta Valdes”, costeggiando per un lungo tratto un’insenatura del mare che va a formare un canale d’acqua di 32 km;

poco prima di Caleta Valdes sosta ad un punto d’osservazione, dove si ha una vista spettacolare sull’insenatura e il paesaggio circostante e dove è possibile entrare in contatto ravvicinato con una colonia di pinguini di magellano. Bellissimo!

– arrivo a Caleta Valdes, dove sono riuniti alcuni elefanti marini; panorami fantastici e possibilità di intraprendere un breve sentiero tra l’arida vegetazione che conduce ad un altro punto panoramico;

– partenza per “Punta Piramides”, minuscolo paesino affacciato sul mare, ma prima altra sosta su un incredibile “view point”;

– arrivo a Punta Piramides; due ore libere per visita alle spettacolari scogliere a picco sul mare, rilassarsi in spiaggia e fare il bagno;

– ritorno a Puerto Madryn ( intorno alle 6-7 di sera).

Questo in sintesi il tour, che vi porterà via un’intera giornata, mostrandovi i migliori punti della Penisola, in ambienti ricchi di fascino ed atmosfera, a pieno contatto con la natura.

La Penisola di Valdes è assolutamente un posto incantevole e merita di essere visitata. Se siete a Puerto Madryn non perdetevela per nessuna ragione al mondo!

PUNTA LOMA

Tra le escursioni più interessanti da fare in giornata nei dintorni di Puerto Madryn c’è sicuramente quella che conduce a Punta Loma, un sito naturale in cui è presente una colonia di leoni marini, ad accesso libero e gratuito.

Il tutto in maniera completamente autonoma e in economia. Come? In bicicletta (affittabili in qualche negozio sul lungomare o direttamente in ostello, 600 pesos per una di buon livello per 6 ore)!

Dal centro di Puerto Madryn fino a Punta Loma sono circa 16 km (altrettanti per tornare, per un totale di 32 km), tra meravigliosi paesaggi anche qui per lo più semidesertici, in cui il contrasto di colori tra il bianco delle dune di sabbia, il blu intenso dell’Oceano e il verde spento della vegetazione vanno a creare uno scenario particolare e a tratti suggestivo. Bello veramente!

Il percorso nel complesso è un poco impegnativo, soprattutto la seconda parte, in quanto tutta su strada sterrata lievemente in salita, ma ne vale la pena perchè, come detto, il colpo d’occhio generale merita davvero e lungo la pedalata si hanno alcune viste affascinanti sull’ambiente circostante.

ALTRE ESCURSIONI A PUERTO MADRYN…

Quelle qui da me elencate sono solo due delle molteplici attività che si possono svolgere una volta giunti a Puerto Madryn, ma ci sono anche altre escursioni da fare fuori città per chi avesse tempo e disponibilità. Eccone alcune:

– visita alla riserva di pinguini di Punta Tombo;

– visita alla città di Trelew e al curioso villaggio gallese di Gaiman;

– snorkeling con i leoni marini a Punta Loma;

– escursione alla riserva naturale El Doradillo, “zona parto” delle balene.

E altre ancora…Come vedete le possibilità non mancano di certo!

CONCLUSIONE

Puerto Madryn si è rivelato un posto piacevole dove trascorrere qualche giorno e un’ottima base per intraprendere alcune escursioni fuori città, in caratteristici ambienti tra natura e fauna locale, in primis la bellissima Penisola di Valdes. Peccato essere arrivato leggermente in ritardo come periodo ed essermi precluso così la possibilità di vedere le balene…sarà per un’altra volta!

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento