PICO BONITO, HONDURAS: GUIDA DI VIAGGIO FAI DA TE

La risorsa di viaggio definitiva al Parco Nazionale Pico Bonito, Honduras.

Situato nel dipartimento di Atlantida, poco più a sud della località costiera di La Ceiba nel carribe honduregno e facente parte della Cordillera Nombre de Dios, il Pico Bonito è la seconda riserva naturale per estensione del Paese. E probabilmente la più bella, grazie alla più alta concentrazione di biodiversità presente non solo in Honduras, ma in Centro America in generale.

Il Parco, infatti, sviluppandosi su vari livelli di altezza – di cui il più alto arriva a toccare gli oltre 2000 metri sul livello del mare – è caratterizzato dalla presenza di vari ecosistemi, che spaziano dalle foreste umide tropicali a quelle nebulose e secche. In cui incontrare una grande varietà di flora e fauna.

Si tratta di un luogo isolato e salvaggio, dove la natura regna incontrastata.

E stranamente poco visitato, nonostante l’estrema vicinanza con La Ceiba, dal cui porto partono anche le imbarcazioni dirette alle Bay Islands, il principale motivo che spinge la quasi totalità dei viaggiatori in Honduras. Che spesso tralasciano luoghi meravigliosi all’interno del Paese proprio come il Pico Bonito.

Per concludere, il Pico Bonito National Park è una destinazione da non perdere durante un viaggio itinerante all’interno del Paese per tutti gli amanti dell’escursionismo e delle attività all’aria aperta. E, in generale, per chi voglia trascorrere qualche giorno a contatto con la natura, in un’autentica realtà honduregna. Dove viaggiatori/turisti si contano sulle dita di una mano.

In questa guida di viaggio troverai tutto quello di cui hai bisogno per vivere al meglio il Parco Nazionale Pico Bonito in Honduras : quando andare, come arrivare, cosa vedere, dove dormire, come muoversi ed altre utili risorse.

Pico Bonito Honduras: quando andare

Bisogna premettere che la parte settentrionale del Paese, in linea di massima, è soggetta tutto l’anno a maggiori precipitazioni rispetto alle zone più interne e alla parte meridionale. Anche se a quote più elevate (come nel caso del Pico Bonito) tendono a diminuire.

Detto questo, il periodo migliore per visitare il Pico Bonito è compreso indicativamente da febbraio ad aprile.

Personalmente sono stato al Pico Bonito verso fine febbraio, trovando sempre bel tempo. A parte una lieve pioggerellina appena arrivato nel tardo pomeriggio.

P.S.: una mia amica è stata al Pico Bonito ad ottobre, trovando comunque giornate soleggiate.

Parti per l’Honduras con la miglior assicurazione qualità/prezzo presente sul mercato: Globelink (clicca qui per richiedere il tuo preventivo).

Pico Bonito Honduras: come arrivare

Da qualsiasi parte ti troverai in Honduras per prima cosa dovrai raggiungere la località costiera di La Ceiba, distante pochi chilometri dal Pico Bonito.

Da La Ceiba esistono due ingressi per il Parco: El Pino (parte ovest della riserva) e quella denominata Rio Cangrejal Valley (parte est della riserva). Ti consiglio assolutamente quest’ultima, in quanto migliore e più facilmente accessibile da La Ceiba.

Ecco come raggiungere La Ceiba dalle principali destinazioni del Paese:

  • Copan Ruinas: minibus per La Entrada; da La Entrada bus per San Pedro Sula (qui il punto esatto); dal terminal di San Pedro Sula, dove verrai lasciato, altro bus per La Ceiba (consiglio le compagnie di trasporti “Cristina” che ha partenze frequenti e “Diana Express”). Il bus San Pedro Sula-La Ceiba ferma anche a Tela, nel caso dovessi raggiungere La Ceiba da qui;
  • Tegucigalpa: ci sono bus diretti per La Ceiba ad orari frequenti.

Nel caso fossi ad Utila (Bay Islands) per raggiungere il Pico Bonito senza passare per il centro città di La Ceiba fai quanto segue:

  • ferry Utila – La Ceiba della compagnia Utila Dream (puoi prenotare il ticket online da qui). Orari: 7 e 15.20 (ti consiglio il primo);
  • una volta al molo di La Ceiba prendi un taxi (50 HNL) e dì all’autista di lasciarti alla ” Cerveceria Honduregna desvio Rio Cangrejal ” (tranquillo, loro sanno ciò di cui parli). In ogni caso qui la posizione esatta;
  • da qui prendi un bus (non sò esattamente con quanta frequenza passino, ma ce nè uno alle 9 e alle 11.30 del mattino circa, mentre l’ultimo passa alle 16.30 circa), oppure fai autostop lungo la strada principale che conduce all’interno del Parco verso il piccolo villaggio di Los Naranjos (non ti sarà difficile trovare un passaggio in pick-up/motorella).

Pico Bonito Honduras: cosa vedere e fare

La Riserva Naturale sostanzialmente è attraversata da una lunga strada principale sterrata che costeggia il meraviglioso fiume Cangrejal.

Questa stessa via conduce anche al povero villaggio di Los Naranjos che, in linea di massima, dista pochi minuti a piedi dalle poche e principali strutture di alloggio presenti all’interno del Parco. Qui troverai anche un paio di minimarket dove comprare qualche bene di prima necessità o cibo per cucinarti qualcosa, qualora il tuo alloggio sia provvisto di cucina. In alternativa nel villaggio c’è anche una signora che prepara del cibo nella sua rudimentale abitazione. Fatti un giro per il villaggio, è davvero autentico!

L’intero scenario è circondato da una meravigliosa natura incontaminata, in cui svolgere attività come trekking, camminate, rafting ecc.

A seguire i principali “highlights” da annoverare riguardo a cosa vedere al Pico Bonito in Honduras.

N.B.: in questa sezione parlerò solamente del settore del Parco “Rio Cangrejal” che, come detto, è quello che ti consiglio. Sappi però, se interessato, che nel settore del Parco di “El Pino” c’è un altro interessante trekking da svolgere, chiamato Trail Rio Zacate (qui l’inizio del sentiero).

Rio Cangrejal

Il fiume che attraversa la Riserva, composto da degli enormi ammassi rocciosi davvero scenografici. Lungo il suo procedere crea delle pozze d’acqua in cui poter nuotare. A tal proposito ti raccomando di prestare attenzione a dove lo fai, dato che le acque del fiume possono essere tumultuose e alcune parti quindi risultano pericolose.

Divide idealmente il Pico Bonito National Park (parte sinistra del corso d’acqua), dal Nombre de Dios National Park (parte destra).

Lungo il fiume potrai fare rafting (in pratica tutte le strutture d’alloggio mettono a disposizione kayak e attrezzatura necessaria per questa attività, oltre ad offrire tour guidati) o semplicemente rilassarti lungo le sue sponde, nuotando e godendoti il fantastico paesaggio circostante.

Pico Bonito cosa vedere
Rio Cangrejal

Trekking El Mapache

Un bellissimo percorso di trekking che inizia passando un ponte sospeso, da cui si hanno viste spettacolari sul Rio Cangrejal e la natura attorno.

Attraverso la fitta foresta conduce infine alla notevole Bejuco Waterfall, punto finale del trail, con altre cascate minori ad anticipare quest’ultima lungo il tragitto.

Trovando cielo sereno e poco annuvolamento, inoltre, avrai viste che spaziano sulla costa in lontananza una volta raggiunta una certa altitudine.

Benchè qualcuno possa dirti il contrario, il trekking può essere fatto in autonomia in tutta tranquillità. Il percorso è semplice, non richiede particolare attrezzatura tecnica (al massimo un paio di scarpe da trekking) e non c’è possibilità di perdersi.

Il trail è davvero poco battuto e con molta probabilità non troverai nessuno durante l’intera escursione.

P.S.: una volta passato il ponte sospeso e raggiunto il primo bivio, avrai due possibilità. Svoltando a destra affronterai il percorso più breve, mentre prendendo la sinistra quello più lungo e che ti consiglio (la durata secondo il cartello in entrata è di 4 ore totali per completarlo, ma ti assicuro che con un passo normale ci si impiega dalle 2 alle 2 ore e mezza).

L’inizo del percorso è raggiungibile a piedi da qualsiasi sistemazione presente nel Parco (settore Rio Cangrejal). Parte esattamente dal ponte sospeso, non puoi sbagliare.

Costo d’ingresso: 190 HNL

Pico Bonito cosa vedere
Trekking El Mapache – Bejuco Waterfall

Altre attività da svolgere al Pico Bonito

Biking, zipline e horse ride sono altre attività che vanno per la maggiore all’interno del Parco (in entrambi i settori).

Chiedi alla tua struttura di alloggio, sapranno organizzare il tutto.

Pico Bonito Honduras: dove dormire

Le strutture d’alloggio all’interno del Parco non sono molte, probabilmente una decina. Sono ubicate lungo la via principale che attraversa la riserva, prima del villaggio di Los Naranjos.

La quasi totalità sono eco-lodge immersi nella natura più o meno costosi.

Per un’esperienza più autentica, “wild” e a basso costo ti consiglio questo campeggio: La Moskitia. Basico e spartano, il camping mette a disposizione 3-4 tende davvero spaziose e confortevoli immerse nella giungla (8 dollari a notte). Più una semplice cucina in comune. Oltre che a kayak. Ti potranno anche aiutare nel caso volessi organizzare qualche attività menzionata sopra.

Pico Bonito Honduras: come muoversi

A piedi potrai arrivare ovunque: inizo del trekking El Mapache, Rio Cangrejal e villaggio di Los Naranjos.

Pico Bonito Honduras: quanti giorni

Ovviamente non esiste un numero precisato di giorni in cui stare in nessuna destinazione. Il Parco Nazionale Pico Bonito non fà eccezione in questo.

In ogni caso voglio indicarti un lasso di tempo consigliato/ragionevole per visitarlo con la giusta calma: almeno due giorni pieni (escluso quello di arrivo, a meno che non ci giungi di mattina presto).

Il primo rilassati o fai rafting lungo il fiume Cangrejal. Il secondo completa il trekking El Mapache.

Hai trovato l’articolo utile ed interessante? Prendi in considerazione l’idea di acquistare la tua assicurazione viaggio per l’Honduras, la migliore sul mercato per rapporto qualità/prezzo, a questo link. Supporterai così il mio lavoro senza alcun costo aggiuntivo per te. Ti ringrazio in anticipo.

In questa guida di viaggio ti ho portato alla scoperta del Parco Nazionale Pico Bonito in Honduras, con tutto il meglio che ha da offrire. Non mi resta che augurarti buon viaggio e una piacevole permanenza in loco!

Lascia un commento sotto l’articolo, anche qualora avessi bisogno di ulteriori chiarimenti/consigli. Sarò felice di risponderti ed aiutarti!

Altre guide di viaggio sull’Honduras le trovi a questo link.

Lascia un commento