LOPBURI : DUE GIORNI NELLA CITTÀ DELLE SCIMMIE

Lopburi in due giorni: visita della città e un paio di interessanti escursioni da svolgere nella provincia circostante.

Lopburi, nota anche come ” città delle scimmie “, è un’interessante tappa in cui sostare un paio di giorni durante un itinerario di viaggio nel nord thailandese.

La sua particolarità risiede nella presenza davvero considerevole di primati da cui, appunto, il soprannome della stessa città. Queste scimmie si trovano un pò dappertutto: per le strade, appese nei fili della corrente, sopra ai palazzi, nei marciapiedi, alle entrate dei negozi ecc. Principalmente, però, la colonia più grande è riunita nel Phra Prang Sam Yod, un tempio caratterizzato  da tre prang centrali in stile khmer e a tutti gli effetti il simbolo di Lopburi.

Prima di partire per la Thailandia prenota la tua assicurazione viaggio. Quella che uso e consiglio è Globelink. Prenotandola da qui supporterai il mio lavoro, senza costi aggiuntivi per te. Nel caso, ti ringrazio in anticipo.

COME ARRIVARE A LOPBURI

Il mezzo migliore per raggiungere Lopburi è il treno, sia che vi troviate in località più a sud come Bangkok o Ayutthaya, sia che vi troviate più a nord della città delle scimmie, dato che questa cittadina si trova nella Northern Line, la linea ferroviaria che collega la capitale thailandese a Chiang Mai.

In linea di massima, in un viaggio da sud a nord della Thailandia, arriverete a Lopburi da Ayutthaya, la tappa precedente. Da Ayutthaya basta prendere un treno alla stazione della città e in circa un’ora e mezza sarete a destinazione.

Se state visitando la Thailandia nel verso opposto (cioè da nord a sud) è molto probabile che arriviate a Lopburi da Sukhothai. In questo caso fate così: treno da Sukhothai fino a Phitsanulok (1 ora) e poi da qui autobus fino a Lopburi (circa 4 ore).

Prenota online il tuo spostamento da e per Lopburi tramite questo ottimo servizio: BOOKAWAY

DOVE DORMIRE A LOPBURI

Il centro cittadino di Lopburi è davvero contenuto e si può girarlo tranquillamnete a piedi. Di conseguenza la scelta dell’alloggio per quanto riguarda la posizione non ha grande rilevanza. Comunque ti consiglio questo carinissimo ostello: Noom GuestHouse.

LA CITTÀ: COSA VEDERE OLTRE ALLE SCIMMIE

L’impatto iniziale con la città è davvero caratteristico e assurdo. Sarete d’accordo con me, infatti, che non capita spesso di camminare per strada circondati da scimmie. È alquanto sorprendente vedere come la vita di questi animali sia perfettamente integrata con la realtà urbana circostante e del parente a loro più prossimo – l’uomo – che naturalmente ha sfruttato questa situazione per trarne profitto.

Oltre alle scimmie, comunque, Lopburi offre anche templi interessanti o resti di questi, che oltretutto sono ottimamente integrati con il tessuto urbano della città, tutti raggiungibili a piedi e sparsi per le vie del centro. Oltre al già citato Phra Prang Sam Yod, merita senza dubbio una visita anche il Wat Phra Si Ratana Mahathat, un complesso molto bello che può rivaleggiare tranquillamente con quelli di località come Ayutthaya o Sukhothai.

Cambiando argomento, la città offre anche qualche piacevole ” vietta “, dove si possono trovare dei bei localini dai tratti tipicamente occidentali, oltre che ad un mercatino in parte alle rotaie del treno, dove curiosare e mangiare la sera.

La cosa più interessante a Lopburi però, secondo me, sono i suoi dintorni, dove ammirare splendidi paesaggi e fare qualche escursione ( qui sotto l’articolo ).

ESCURSIONI A LOPBURI

Visitata la città, è tempo di affittare uno scooter per vedere la provincia di Lopburi, guidando tra splendidi paesaggi immersi nella natura con tanto di montagne all’orizzonte.

La prima tappa fuori città è raggiungibile in circa mezz’ora ed è il Peackok Temple ( tempio dei pavoni ), dove poter ammirare questi uccelli in un ambiente molto tranquillo. Inoltre, esplorandolo, vi imbatterete in una scalinata di circa 400 gradini che vi condurrà sulla sommità di una montagna da dove poter ammirare il panorama circostante e dov’è presente una grande statua bianca del Buddha ( neanche troppo bella ).

Dal tempio dei pavoni si prosegue in direzione del Sub Lek, un lago artificiale decisamente bello immerso tra le montagne, nelle cui rive sorgono molte piccole capanne dove potersi rilassare mangiando qualcosa ( davvero piacevole farlo con il lago proprio in parte! ). Inoltre il cibo ve lo porteranno direttamente nella vostra postazione, senza il bisogno che vi scomodiate. Meglio di così!

Hai trovato l’articolo utile ed interessante? Ti andrebbe di condividerlo sui tuoi social? Un piccolo gesto che per me vale davvero tanto. Ti ringrazio in anticipo e se hai bisogno di ulteriori chiarimenti e consigli su Lopburi non esitare a scriverlo nei commenti!

Approfondimenti:

– Itinerario Thailandia del Nord
– Viaggio in Thailandia fai da te: guida di viaggio

 

 

Lascia un commento