KANCHANABURI: CITTÀ ED ESCURSIONE ALLE ERAWAN WATERFALLS

Cosa vedere a Kanchanaburi tra città e cascate.

Kanchanaburi è una città a nord-ovest di Bangkok. Inizialmente non era una tappa prevista nel mio tour nel nord della Thailandia. Curiosando in internet, però, ho scoperto queste cascate davvero suggestive nel Parco Nazionale di Erawan, proprio nella provincia di Kanchanaburi.

Visto che avevo una gran voglia di natura e di un bel bagno rigenerante dopo quattro giorni di caos e cemento in quel di Bangkok ed essendo Kanchanaburi distante solo 100 km dalla capitale thailandese, ho ritenuto interessante fare una deviazione in questa parte del Paese.

COME ARRIVARE A KANCHANABURI DA BANGKOK

Esistono varie soluzioni per raggiungere Kanchanaburi da Bangkok.

  • Autobus: partono dal Terminal Sud della capitale (in un viaggio di circa 3 ore).
  • Minibus: per chi si trova in zona Khao San Road questa è una valida opzione, dato che proprio da questa famosa via partono i minibus diretti a Kanchanaburi (circa 2 ore e mezza di viaggio).
  • Treno: partono dalla stazione dei treni di Bangkok Noi Thonburi.
In caso preferissi prenotare ONLINE il tuo biglietto Bangkok-Kanchanaburi ti rimando a questo ottimo sito: BOOKAWAY.

COSA VEDERE A KANCHANABURI : ATTRAZIONI IN CITTÀ

Kanchanaburi è una città di medie dimensioni, ma comunque non troppo tranquilla e abbastanza trafficata. A me personalmente non ha colpito più di tanto, anzi, l’ho trovata un pò anonima. Qualcosa di interessante comunque la si può trovare.

Tra le cose da vedere a Kanchanaburi l’attrattiva principale è il famoso Ponte sul fiume Kwai, parte della tristemente nota ” Ferrovia della morte “, durante la cui costruzione persero la vita migliaia di persone.

Sempre vicino al centro si trova anche il Don-Rak War Cemetery, un commemorativo cimitero di guerra.

Ho trovato molto carina e piacevole, invece, la parte di città in fianco alla stazione degli autobus. Nonostante confini con il centro cittadino è totalmente diversa dal resto del centro urbano. Qui troverete un paesaggio decisamente rurale fatto di casette in legno, guest house immerse nel verde e piccole botteghe costruite ” alla buona “. Inutile dire che consiglio proprio questa zona per alloggiare in città ( in particolare la ” Canaan GuestHouse “, un ostello davvero piacevole in cui soggiornare, semplice e rilassante ).

KANCHANABURI CASCATE: ERAWAN WATERFALLS

Il Parco Nazionale di Erawan con le relative cascate è il motivo principale che mi ha spinto a visitare questa regione della Thailandia. E devo dire che ne è valsa la pena. Assolutamente dalle cose da vedere se siete a Kanchanaburi!

Il mio consiglio è di raggiungerle affittando uno scooter in città o presso il vostro ostello ( ci si impiega circa due ore scarse ), perchè durante il tragitto che vi condurrà in questo posto stupendo, avrete modo di ammirare degli splendidi paesaggi, soprattutto nella parte che si snoda lungo il fiume. Quindi fermarsi ogni tanto per contemplare il panorama merita davvero.

La strada che dal centro città porta al Parco di Erawan è semplice da percorrere, a parte il tratto trafficato appena usciti dal centro e alcuni punti dove è un pochino stretta e occorre guardarsi dalle macchine che sopraggiungono, ma in generale niente di pericoloso.

Il Parco nazionale di Erawan, nonostante sia un luogo abbastanza turistico, merita senza dubbio una visita per la straordinaria bellezza paesaggistica, dove poter fare il bagno in limpide acque circondati dalla natura più rigogliosa.

Il percorso si sviluppa su sette livelli, in ognuno dei quali potrete ammirare altrettante cascate, le quali creano delle pozze d’acqua in cui poter farsi una bella nuotata rinfrescante. L’unico tratto leggermente difficile da raggiungere è quello che dal sesto livello porta al settimo, ma consiglio vivamente di arrivare fino a quest ultimo punto, anche solo per soddisfazione personale oltre che per bellezza visiva.

Se riuscite, veniteci in settimana, in modo da non trovare un’eccessiva presenza di persone ( soprattutto turisti ), così da potervi gustare al meglio questo meraviglioso luogo avvolto nel verde della natura.

Stai pensando ad un viaggio in Thailandia? Non partire senza un’assicurazione di viaggio. Quella che uso e consiglio è Globelink, la migliore per rapporto qualità/prezzo. Acquistandola da questo link supporterai il mio lavoro senza alcun costo aggiuntivo per te. Nel caso, ti ringrazio in anticipo.

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

– Itinerario 5 mesi sud est asiatico
– Itinerario Thailandia del Nord
– Viaggio in Thailandia fai da te: la guida completa

Lascia un commento