COSA METTERE NELLO ZAINO PER UN LUNGO VIAGGIO: LINEE GUIDA

Cosa mettere nello zaino per un lungo viaggio: linee guida da seguire, concetti chiave e lista di cose essenziali da portare per viaggiare leggeri. Con questi consigli basilari non è mai stato più semplice!

INTRODUZIONE

Eh, lo zaino! Se stai per partire per il tuo primo viaggio a lungo termine, stando via a lungo in giro per il mondo, la questione su cosa mettere nello zaino, come prepararlo al meglio, cosa davvero portare e cosa non, potrebbe crearti qualche grattacapo!

Non è così? Tranquillo, è normale.

Ma credimi che è meno preoccupante e difficile di quel che si pensa.

Dammi retta! E sai perchè dico questo?

Per esperienza personale. È da tanti, tanti anni che viaggio zaino in spalla. E posso assicurarti che anche nei miei viaggi a lunga durata sono uno che prepara lo zaino senza perderci giornate intere Come per il mio primo viaggio a lungo termine nel sud-est asiatico.

Non sono nemmeno uno che sta lì a piegare maglie, magliette ecc…con perfezione maniacale, dividendo tutto in scomparti, organizzando lo zaino in maniera certosina.

E nonostante tutto ciò, me la sono cavata sempre egregiamente, non accusando mai la mancanza di qualcosa in particolare o di assolutamente necessaria.

Ok, magari non tutti sono “wild” come me e hanno bisogno di qualche accortezza in più. Ci mancherebbe.

Non preoccuparti, comunque. Con queste linee guida (poche e chiare) che ora andrò ad elencare su cosa mettere nello zaino per un lungo viaggio, vedrai che tutto sarà più semplice.

Andiamo!

COSA METTERE NELLO ZAINO PER UN LUNGO VIAGGIO: CONCETTI CHIAVE DA TENERE A MENTE

PRIMO CONCETTO: LO ZAINO DEVE ESSERE LEGGERO!

Parliamoci chiaro.

Un viaggio a lungo termine è sinonimo di avventura, esplorazione, adattamento. Un viaggio con pochi fronzoli insomma. Dove lo zaino sarà il nostro fido compagno di avventura per parecchio tempo, portandocelo appresso spesso e volentieri.

Quindi la prima parola da tenere a mente durante la preparazione dello zaino per un lungo viaggio è LEGGEREZZA! Che tradotto in modo ancora più esplicito significa: pochi chili sulle spalle.

Quindi, poche cose ma essenziali. Una specie di mantra da tenere sempre a mente.

In questo tipo di viaggi sono molti gli spostamenti da un luogo ad un altro. Ci si muove con frequenza. Camminando tanto. Prendendo i mezzi più disparati. Caricando, scaricando lo zaino. Salendo, scendendo…

E non c’è niente di peggio di fare tutto questo avendo uno zaino pesante sulle spalle.

Cercate di restare sui 14/15 kg. In questo modo risparmierete anche una volta giunti in aeroporto, evitando le sovrattasse delle compagnie aeree.

In linea di massima pensate a dei ricambi per un arco di tempo che copra la settimana. O anche meno lavando spesso i vestiti e l’intimo una volta in viaggio.

Leggerezza quindi. La vostra schiena ringrazierà.

E come fare per mantenere lo zaino leggero?

Questo ci porta al secondo concetto chiave.

 

SECONDO CONCETTO: CARATTERISTICHE DEGLI INDUMENTI

Portarsi abiti pratici, che occupano poco spazio e nello stesso tempo duttili.

Lasciando ovviamente a casa tutto ciò che è superfluo e che non riflette le tre caratteristiche appena citate. In modo da avere dentro lo zaino solo lo stretto necessario.

Per pratici intendo comodi, che si possono mettere al volo, che possiamo indossarli per vari giorni e situazioni, che ci permettono di muoverci agevolmente. In pratica gli unici che servono davvero e che alla fine si useranno per lo più in viaggio.

Duttili che possono avere più funzioni. Tornando quindi utili in svariate circostanze e climi.

Per esempio un maglione che è adatto sia per un trekking in montagna ad alta quota, sia per qualche uscita serale in città e utilizzabile anche in caso si decida di dormire in tenda.

Oppure un paio di pantaloni che all’occorrenza possono essere convertiti in corti. Un due in uno insomma!

Che occupano poco spazio. Bè, il concetto è chiaro di per sè. Per esempio non portatevi via un giubbotto enorme ed ingombrante anche se andrete a visitare luoghi freddi, ma piuttosto uno leggero (di peso, si intende, non di tessuto), che comunque tenga caldo e che stia facilmente dentro alla zaino quando non lo si usa.

Inoltre, se i vestiti sono anche tecnici, tanto meglio. Asciugano prima.

Vi assicuro che una volta in viaggio vi renderete conto di quanto poco basti per viaggiare! Un viaggio a lungo termine è una grande esperienza anche per questo: farti capire di quanti oggetti inutili ci circondiamo nella vita.

TERZO CONCETTO: UN GIUSTO MIX

Ultimo concetto fondamentale (ma non meno importante) da tenere a mente riguardo al cosa mettere nello zaino per un lungo viaggio riguarda le varie situazioni climatiche che si andranno ad affrontare .

Mi spiego meglio.

Un viaggio a lungo termine, generalmente, porta a spostarsi per diversi Paesi, con climi diversi tra loro, spaziando inoltre in termine di longitudine, latitudine ed altitudine.

Non solo, anche all’interno di uno stesso Stato il clima cambia. Per esempio da nord a sud. Quindi capita di passare da un clima caldo ad uno freddo anche in tempi brevi.

Questo per dire che bisogna bilanciare bene gli indumenti estivi con quelli invernali. Arrivare ad un giusto mix. Tenendo sempre a mente i concetti chiave elencati poco sopra.

Il mio consiglio è di portare magari qualche abito in più da “clima fresco” rispetto ad indumenti da “clima caldo”. In quest ultimo caso, infatti, che vi servirà mai?  Qualche maglietta a maniche corte, ciabatte, boxer e via!

Ricordatevi sempre che questi sono viaggi all’avventura!

Visto questa grande varietà di climi che si andranno ad affrontare, preparate lo zaino prevedendo un abbigliamento a strati.


STAI PENSANDO DI PARTIRE PER UN LUNGO VIAGGIO? ALLORA POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: “COME PREPARARSI PER UN VIAGGIO A LUNGO TERMINE”

 


COSA METTERE NELLO ZAINO PER UN LUNGO VIAGGIO: IL PASSO SUCCESSIVO

A questo punto non resta che fare una cosa. Guardare cosa abbiamo nell’armadio e stendere su un letto tutti gli indumenti e accessori vari che riteniamo possano fare al caso nostro.

Tenendo sempre bene a mente i concetti elencati nel primo paragrafo dell’articolo, quali leggerezza, praticità, duttilità, occupazione di poco spazio, diversità di climi, andiamo a fare una scrematura di quello che abbiamo appena adagiato sul letto, chiedendoci quali cose rispecchiano davvero queste caratteristiche appena citate.

Ed eliminando di conseguenza quelle che non le riflettono.

In caso vi manchi qualcosa, potete comprarlo da Decathlon. Vi assicuro che con una spesa davvero minima si possono trovare indumenti molto comodi e utili.

Oppure potrete sempre comprarla mentre siete in viaggio. Con un occhio di riguardo al budget!

SCELTA DELLO ZAINO

Il mio consiglio è di puntare decisamente su un 40 litri. Secondo mè la misura perfetta per viaggiare con tutto il necessario e anche leggeri.

Se ne possono trovare anche alcuni ad un prezzo assolutamente conveniente ed onesto, oltretutto comodi, affidabili e che durano nel tempo.

Come il mio, pagato poco meno di 40 euro e che dopo due anni e mezzo di lunghi viaggi davvero tosti, è ancora in ottime condizioni.

Sicuramente ne esistono di migliori a prezzi più alti. Ma per quanto mi riguarda, quello che ho è più che sufficiente.

COSA METTERE NELLO ZAINO PER UN LUNGO VIAGGIO: LISTA COMPLETA

Ecco la lista completa (ed essenziale soprattutto) di cosa mettere nello zaino per un lungo viaggio!

ACCESSORI

ZAINO PICCOLO : un secondo zainetto oltre il principale dove inserire tutto il reparto tecnologico (computer, macchina fotografica, cavi ecc…). Vi tornerà molto utile anche in caso di escursioni non troppo impegnative e in giornata, o camminate in generale, lasciando così in ostello lo zaino più grande.

MARSUPIO: io lo uso per metterci dentro cavi, caricabatterie per il telefono, schede sd, chiave usb, documenti, oltre che il portafoglio in alcuni casi (lo stesso marsupio, se non ce l’ho addosso, lo ripongo all’interno dello zaino piccolo).

FASCIA/CINTURA PORTASOLDI: utile per nascondere i soldi e viaggiare in sicurezza, specie in quartieri considerati pericolosi ( controlla qui).

MACCHINA FOTOGRAFICA: e che, due foto non le fai?

LUCCHETTO: utilizzabile in alcuni ostelli per chiudere l’armadietto dove depositare oggetti di valore (vedi macchina fotografica, computer, soldi, documenti).

DIARIO DI VIAGGIO: dove annotare esperienze, pensieri e appunti di viaggio. Bè, se sei un travelblogger non può mancare!

CREMA SOLARE/CAPPELLINO: per evitare scottature ed insolazioni dovute al sole cocente.

SAPONETTA PER LAVARE I VESTITI: lavare i panni a mano? Perchè no. Anche questo è un trucco per risparmiare in viaggio!

BORSETTE DI PLASTICA: per metterci dentro i vestiti sporchi e le scarpe.

REPELLENTE PER INSETTI: importante se si visiteranno luoghi e località in cui sono presenti particolari malattie come dengue o febbre gialla.

SACCO A PELO: qualora la pulizia dei letti d’ostello non sia delle migliori o manchino proprio le lenzuola. Oltre che per dormire in tenda o all’aperto. Io lo uso anche arrotolato per fare da cuscino durante lunghi viaggi in autobus.

TENDA: in caso si abbia in programma di fare trekking su più giorni o comunque di dormire nei camping. Ovviamente che sia di quelle leggere per non appesantire troppo lo zaino. Altra soluzione è affittarla una volta in viaggio, qualora se ne abbia la necessità.

DISPOSITIVI ELETTRONICI

POWERBANK: per ricaricare cellulare e quant altro in mancanza di prese durante lunghi viaggi in autobus, treno ecc…

ADATTATORE DI CORRENTE UNIVERSALE: non tutte le prese di corrente al mondo sono uguali, giusto? Ti tornerà molto utile in molti viaggi all’estero!

CIABATTA: per collegare più dispositivi contemporaneamente. Da utilizzare quando negli ostelli la presa è distante dal letto.

SCHEDE SD E CHIAVETTA USB: per salvare foto e altre memorie di viaggio.

RASOIO PER BARBA: ogni tanto una bella rinfrescata ci vuole!

N.B: tutto i dispositivi elettronici vanno inseriti nello zainetto secondario.

VESTIARIO

MAGLIETTE A MANICHE CORTE: quattro-cinque possono bastare ( magari, tra queste, un paio di quelle tecniche). In caso di necessità si possono comprare a basso prezzo in viaggio.

INTIMO (MUTANDE E CALZINI): quanto basta per un cambio settimanale. Anche qualcosa di meno. Mica è un dramma se non lo si cambia proprio tutti i giorni. Portarne meno e lavarli spesso. Per i calzini un paio di grossi che tengano caldo in caso di freddo.

MAGLIETTE A MANICHE LUNGHE: un paio di quelle termiche. Tengono caldo in climi freddi.

PANTALONI LUNGHI: uno o due paia di jeans.

PANTALONCINI CORTI: uno per uscire e uno sportivo per dormire.

PANTALONI DA TREKKING: meglio se convertibili in corti.

COSTUME DA BAGNO: per quando ci sarà occasione di fare dei bei bagnetti.

FELPE: due.

MICRO PAIL: da alternare alle felpe. Utile in situazioni dove fà più fresco. Occupa inoltre davvero pochissimo spazio (guarda qui).

MAGLIONE: tipo questo. Adatto per la montagna ma anche da usare quotidianamente.

PAIL PESANTE CON CERNIERA: da mettere sopra alla felpa in climi rigidi.

GIUBBOTTO: mi raccomando. Leggero, che non occupi tanto spazio ma che tenga caldo. Se impermeabile tanto meglio (ecco un esempio).

K-WAY/PONCHO: per ripararsi in caso di forte pioggia.

GIACCA ANTIVENTO: importante in zone dove può tirare forte vento.

GUANTI E BERRETTA: per ripararsi dal freddo.

SCALDACOLLO: un oggetto versatile e super utile. Ripara da freddo, vento, polvere. In più lo puoi mettere anche in testa!

cosa mettere nello zaino per un lungo viaggio

SCARPE E CALZATURE

Un paio di scarpe da ginnastica, uno da trekking e un paio di ciabatte/sandali (queste ultime io le uso sia per uscire, andare in spiaggia e fare la doccia).

OGGETTI PER L’IGIENE PERSONALE

  • Spazzolino, dentifricio, sapone per lavarsi (magari una saponetta, più leggera).
  • Asciugamano in microfibra: non occupa spazio e asciuga subito (lasciate pure a casa l’accappatoio, peso inutile in più).

DOCUMENTI E CARTE

Passaporto, carta d’identità, patente.

Una fotocopia del passaporto.

Biglietto aereo (ed eventuali altri mezzi).

Bancomat, prepagata, carta di credito (l’importante è che USINO CIRCUITI DIVERSI e che siano abilitate per l’estero).

Fototessere per eventuali visti d’ingresso.

Libretto delle vaccinazioni (in rari casi e Paesi possono richiederlo).

MEDICINALI

I principali da portare: antibiotici, tachipirina, fermenti lattici e medicinali per mal di stomaco o diarrea.

COSA METTERE NELLO ZAINO PER UN LUNGO VIAGGIO: CONCLUSIONE

In questo articolo abbiamo visto quali sono i concetti chiave da tenere a mente e come procedere nella preparazione di uno zaino per un lungo viaggio, oltre che le cose essenziali da mettere al suo interno, con una lista completa.

Vedrai che seguendo passo passo questa semplice guida, tutto ti verrà più semplice e sarai pronto a partire per la tua prossima grande avventura con tutto quello che ti serve davvero.

Anzi, con quel poco, a dir la verità!

Lascia un commento