COME MANGIARE LOW COST IN VIAGGIO: VIAGGIARE A LUNGO TERMINE

Come mangiare low cost in viaggio. Risparmiare sul cibo. Dritte e consigli da utilizzare per viaggi a lungo termine.

Il cibo, come l’alloggio, è uno dei punti da tenere in forte considerazione quando si viaggia con un budget limitato. Specie in uno a lungo termine. Ma anche in viaggi brevi. Infatti questa è una delle voci che più possono influire sulle spese personali.

E mica si può stare senza mangiare, giusto? Durante un viaggio dobbiamo tenerci in forze, visto le giornate belle dense che ci attendono.

Onestamente il fattore “cibo” non è tra gli aspetti prioritari nei miei viaggi. Ok, adoro assaggiare qualche piatto tipico della destinazione in cui mi reco, questo sì. Anche perchè sono consapevole del fatto che il cibo è parte integrante di una cultura e ti permette di conoscerla più da vicino.

Diciamo che non sono un gran mangione, ecco. A volte mangio solo per riempirmi lo stomaco. Come dire, basta che sia economico e mi va bene!

Soprattutto ho una regola di base in viaggio riguardo al cibo: mai ITALIANO all’estero! Se devo mangiare una pasta, ad esempio, preferisco farmela da mè.

Comunque, anche se siete una “forchetta” migliore della mia e dei buongustai, ci sono alcuni accorgimenti da tenere in viaggio che permettono di risparmiare molto per quel che riguarda il cibo.

Andiamoli a scoprire assieme!

COME MANGIARE LOW COST IN VIAGGIO: FATTI LA SPESA E CUCINATI IL CIBO NEGLI OSTELLI

Questo è un ottimo modo per mangiare low cost in viaggio! Ormai tutti gli ostelli sono dotati di una propria cucina, in cui prepararsi dei piatti con la spesa fatta al supermercato o nei mercati locali.

Alcune di queste strutture, inoltre, organizzano saltuariamente serate sociali in cui viene preparato del cibo da offrire agli ospiti, ad un prezzo davvero contenuto (anche se a volte la qualità lascia a desiderare).

Farsi una buona spesa al supermercato permette di comprare più cose risparmiando e farsi durare il cibo per più giorni. Meglio comunque comprare prodotti locali, che costano meno di quelli importati da altri Paesi.

Ovviamente state attenti a non esagerare, specie in lunghi viaggi dove ci si sposta con frequenza, con il rischio poi di lasciare mezza spesa in ostello. Quindi tenete sempre a mente quanto volete fermarvi in una data località e adeguatevi di conseguenza.

Un’opzione ancora migliore del supermercato è farsi la spesa nei mercati locali, data l’economicità dei prodotti che si trovano. Inoltre è un bel modo per immergersi nella cultura e quotidianità del posto.

Sinceramente non sono uno che cucina sempre negli ostelli ( a parte in Sud America, dove l’ho fatto con una certa frequenza). Mi piace ogni tanto uscire alla sera, sempre con un occhio al budget. Se sforo di un pò, cerco di bilanciare il tutto il giorno dopo.

Se devo passare tutte le serate chiuso in un ostello, sai che noia alla lunga.

Quindi magari a pranzo mi cucino qualcosa in ostello e alla sera mangio in economia in giro, o viceversa.

Bisogna sottolineare però che in alcune zone del mondo, vedi il Sud-Est Asiatico, conviene più mangiare fuori che cucinarsi il cibo da sè, visto che è possibile riempirsi lo stomaco con 1 dollaro. Incredibile!

SCEGLI LO STREET FOOD

In diverse parti del mondo, specialmente in Asia, lo street food è una sorta di religione, con strade disseminate ai lati di bancarelle e baracchini o apposite aree dove si cucina all’aperto. E che odorini!

Si può trovare una grande varietà di cibo delizioso a prezzi davvero irrisori!

È un buon modo anche per guadagnare tempo nell’arco della giornata, visto che il cibo viene consumato più velocemente che sedendosi dentro a qualche locale.

PROVA I BUFFETS

Altro metodo per risparmiare sul cibo in viaggio che spesso non viene menzionato: i buffets.

Come intuibile, si tratta di alcuni posti in cui ci si serve da soli scegliendo tra le varie pietanze che vengono proposte. Anche se non sempre la qualità del cibo è delle migliori.

Offrono un ottimo rapporto qualità-prezzo, con la formula “all-you-can-eat”, potendo abbuffarsi alla grande ed essere a posto per lunga parte della giornata.

Mi è capitato di usufruire di questo servizio non solo nel Sud-Est-Asiatico, ma anche in alcune città europee, ad esempio a Riga, in Lettonia.

FAST FOOD, A VOLTE TOCCA

Vero. Non sono tra le soluzioni migliori a livello etico. E se posso, li evito. Ma in alcune circostanze possono rivelarsi utili per mangiare low cost in viaggio.

Come quando ho passato alcuni giorni a Monaco di Baviera, una città tutt’ altro che economica.

PREPARATI DEI PANINI

A volte capita di essere in giro e non poter rientrare in ostello ad orario pasti. O di stare svolgendo qualche trekking ed escursioni varie.

Quindi avere con sè dei panini o simili preparati il giorno prima permette di evitare di spendere ulteriori soldi una volta usciti, potendo mangiare inoltre in un bel prato verde, in spiaggia o seduti in una panchina mentre il mondo ci scorre davanti!

MENÙ A PREZZO FISSO

Capita di avere voglia di mangiare seduti tranquilli e al caldo dentro a qualche locale o ristorantino.

Ecco allora che sceglierne uno che a pranzo offra un menù a prezzo fisso, può fare molto comodo. Con una decina di euro o giù di lì è possibile cavarsela, mangiando con bibita inclusa.

SCEGLI UN OSTELLO CON COLAZIONE INCLUSA

Colazione, pranzo e cena. Bisogna bilanciare bene questi tre aspetti in viaggio, per non far sì che le nostre finanze si esauriscano in fretta.

Scegliere un ostello con colazione inclusa nel prezzo è una soluzione ottima per il proprio budget.

Non solo nella colazione in sè, ma per l’intero arco della giornata.

Infatti facendone una abbondante la mattina (gratis!) si può saltare pranzo e cena mangiando qualcosa invece nel tardo pomeriggio.

Una scelta che adotto spesso e che mi fà risparmiare parecchi soldi.

VIVI COME UN LOCALE!

Viviamo ormai in un mondo globale, dove poter mangiare praticamente quello che si vuole ovunque.

Ma è chiaro che piatti e cibo della tradizione del luogo, verranno a costare decisamente meno di quelli di una cucina non locale.

Ad esempio in Thailandia un piatto di pad-thai, o in Vietnam una zuppa sostanziosa, costa quasi nulla, mentre un hamburger può costare tre volte tanto (se non di più).

Altra scelta buona e giusta per mangiare low cost in viaggio è frequentare i locali dove mangia la gente del posto, nei loro ambienti tipici. Evitate le zone e i ristoranti turistici. Mangiate in luoghi defilati rispetto alle aree centrali, distanti dai monumenti più importanti. Fatevi suggerire dalla gente del luogo.

Insomma, vivere come un locale vi farà risparmiare un bel pò di soldi, non solo sul cibo, tra l’altro.

EVITA LE LECCORNIE

Questo in particolare per i più golosi!

Dolci, dolcetti, ciccolato,gelato ecc… Tutte cose che prese singolarmente costano poco, ma messe tutte assieme vanno ad assottigliare il nostro budget senza che ce ne accorgiamo, specialmente nel lungo periodo.

Con questo non voglio dire di non concedersi di tanto in tanto qualche sfizio, per carità. Ma nemmeno che diventi un’abitudine. In fondo, non sono cose indispensabili, giusto?

FARE DUMPSTER DIVING

Una tattica un pò estrema, letteralmente “tuffarsi nel cassetto” e personalmente mai utilizzata in viaggio.

Si tratta di recuperare dai cassonetti dei supermercati prodotti scaduti (o che scadono a breve) o altri con leggeri problemi estetici, che non possono essere più venduti.

Probabilmente non il massimo dell’igiene, ma un buon modo per ridurre lo spreco di cibo.

COME MANGIARE LOW COST IN VIAGGIO: CONCLUSIONE

Come vedi esistono diversi modi per risparmiare sul cibo mentre si esplora il mondo.

Mangiare low cost in viaggio non è sinonimo di mangiare male, anzi. Spesso con davvero poco si può mangiare più che bene ed essere soddisfatti.

Magari a volte non sempre in modo così salutare e in certi casi, viaggiando low budget, potranno capitare dei giorni dove resteremo un pochino con il buco nello stomaco. Ma queste sono cose da tenere in conto, soprattutto se si vuole viaggiare in economia e più a lungo.

Ma parliamo di casi sporadici. In generale potremmo riempirci lo stomaco a dovere avendo comunque un occhio di riguardo al budget.

Se conosci altre dritte per mangiare a basso costo in viaggio, scrivilo nei commenti. Potrei utilizzarle nelle mie prossime avventure!

Lascia un commento