AYUTTHAYA: UN MUSEO A CIELO APERTO

L’antica e gloriosa capitale del regno di Siam, Ayutthaya, ora non è altro che una città di medie dimensioni dall’atmosfera decisamente provinciale a nord di Bangkok, ricca di storia e fascino, soprattutto grazie alla presenza di templi di indiscutibile valore e antiche rovine, a ricordare i fasti di un tempo ormai passato ( prima che fosse distrutta dai birmani ).

Io ci sono arrivato tranquillamente in autobus da Kanchanaburi, alloggiando nella via proprio di fronte alla stazione delle corriere, che oltre ad essere comoda logisticamente, presenta un buon numero di guesthouse e localini.

COSA VEDERE

Come detto, si arriva ad Ayutthaya principalmente per visitare i suoi innumerevoli e splendidi templi, che sono riuniti principalmente all’interno del suo Parco Storico, ma ce ne sono anche altri al di fuori di quest ultimo molto interessanti e che meritano di essere visti.

Il modo migliore per farlo è affittando una bici, in quanto alcuni di quelli esterni, appunto, sono un pò distanti dalla zona centrale, ma comunque assolutamente raggiungibili, anche se dovrete pedalare non poco, quasi sicuramente sotto un sole cocente.

Per questo consiglio di stare ad Ayutthaya almeno due giorni pieni, in modo da esplorarla in tutta tranquillità, anche perchè, oltre ai complessi templari,  la città offre piacevoli scenari, specialmente lungo le rive dei tre fiumi che la racchiudono ( per questo viene anche chiamata l’Isola ) e soprattutto se ci si prende la briga di uscire dal centro cittadino, ammirando scene di vita quotidiana tra piccoli villaggi fatti di casette in legno rialzate.

I TEMPLI DI AYUTTHAYA

Interni al Parco:

Wat Maha That :

sito davvero ben strutturato e conservato, presenta numerosi prang e pagode, oltre  alla famosa testa del Buddha incastonata tra le radici di un albero. Potete iniziare la visita dei templi di Ayutthaya proprio da qui;

Wat Ratchaburana :

complesso storico dominato dallo stupendo prang centrale e dalle mura del palazzo reale ( Royal Vihara ). Attorno a questi due elementi sorgono altre pagode;

Wat Phra Nam :

anche questo sito è caratterizzato dalla presenza di un imponente prang centrale ed è circondato da un bel paesaggio lagunare;

ayutthaya templi - Wat Phra Nam

Wat Phra Sri Sanpetch :

bellissimo tempio costituito da tre stupa ( o chedi ) allineati al centro del complesso, con attorno pagode e resti di mura e colonne;

Wihara Phra Mongkhon Bophit :

attaccato al Wat Phra Sri Sanpetch, è un classico tempio in stile thailandese, con un enorme statua in oro del Buddha al suo interno;

Esterni al Parco :

Wat Lokaya Sutharam :

complesso parecchio distrutto, dove spicca la presenza di una grande statua del Buddha sdraiato. Si trova a pochi kilometri di distanza dagli ultimi due templi sopracitati.

ayutthaya templi - Wat Lokaya Sutharam

Wat Na Phra  Men :

bel tempio in stile thailandese, raggiungibile dopo aver passato un pittoresco villaggio formato da case in legno in mezzo alla vegetazione;

Wat Thammikarat :

lasciandosi alle spalle il Wat Na Phra Men, basta girare a sinistra e in pochi minuti si raggiunge questo tempio, costituito all’entrata da una testa tutta nera del Buddha, da una pagoda circondata da statue di quelli che sembrerebbero leoni e un edificio in rovina, molto bello internamente;

Wat Chai Watthana Ram :

sito ben preservato ed interessante che trasuda antichità. Uno dei miei preferiti! Un pò fuori mano, ma raggiungibile comunque in bici ( anzi, fatelo proprio con questo mezzo, perchè prima di arrivare al tempio vi imbatterete in bei paesaggi e scene di vita quotidiana lungo il fiume);

Wat Phu Khao Thong :

consiglio di raggiungere questo tempio in scooter, essendo abbastanza lontano dal Parco Storico. Merita sicuramente di essere visitato per la sua bellezza ( completamente rivestito di bianco ) ed imponenza, oltre che per la pace che si respira in questo luogo, essendo davvero poco frequentato dai visitatori. Salite le scale per ammirare la campagna circostante dall’alto di questo tempio!

Bang Pa-In Royal Palace :

per lunghi anni residenza della famiglia reale thailandese, questo spazio è caratterizzato dalla presenza di molti edifici realizzati in diversi stili ( che comunque si amalgamano bene tra loro) che sorgono su un immenso giardino davvero ben tenuto e curato. Da raggiungere in scooter o con un mezzo pubblico ( se affittate un motorino ogni tanto prendete qualche stradina laterale alla principale per vedere il fiume e godere di bei scorci paesaggistici ).

close

Se ami il mondo dei viaggi indipendenti e fai da te, sei nel posto giusto! ISCRIVITI per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità!

TI È PIACIUTO QUESTO POST? METTI UN BEL LIKE E CONDIVIDILO!

Lascia un commento